header sanrossore

20160620 101003

 

Stamani mattina i bambini dell'Asilo Nido San Rossore si sono recati alla spiaggia del Gombo con le loro maestre.

Vista l’ubicazione del nido non potevamo che elaborare una programmazione didattica particolare che tenesse conto dell’ambientazione del nido e che facesse uso delle innumerevoli risorse, bellezze e peculiarità del parco.

- spiega la maestra Ramona Sichi, referente di struttura - La nostra didattica è prevalentemente ambientale e si basa sulle conoscenze senso / percettive degli elementi del Parco di San Rossore : il progetto è volto alla scoperta e ri-scoperta sensoriale della natura:  toccare, sentire, percepire, annusare e gustare. E’ una scoperta a 360° : dell’ambien20160620 104740te, degli animali che lo popolano, degli odori che lo caratterizzano, dei sapori particolari, dei colori, dei rumori e dei suoni mai sentiti prima. L’intero percorso è sostenuto dall’idea di dar la possibilità ai bambini di riappropriarsi di spazi, tempi, luoghi, che il progresso e la nuova società spesso sottrae alle loro mani, lasciandoli liberi di sperimentare ogni attività in maniera nuova, particolare, innovativa, creativa, a stretto contatto con la natura. Una massima  di Jean Piaget, recita " Se ascolto dimentico , se vedo ricordo, se faccio capisco " : il nostro obiettivo è proprio questo, - continua l'educatrice - rendere protagonisti attivi i nostri allievi stimolando i loro 5 sensi. Con l’arrivo della bella stagione, alla fine del percorso didattico incentrato prettamente sulla scoperta e ri- scoperta del parco, concretizziamo tutte le esperienze vissute con piccole gite di mezza giornata ciascuna. Ovviamente le gite vengono effettuate all’interno del parco, per entrare in contatto e conoscere ancor di più le sue meraviglie. Un vero e proprio trenino viene a prenderci davanti al nido e ci porta a destinazione. L'uscita al Gombo ci ha permesso di entrare in contatto con altri elementi naturali, come acqua, conchiglie, sabbia, legnetti vari, strani e levigati dal mare. Ognuna di queste gite non rappresenta soltanto il pretesto per uscire dal nido e trascorrere una mattinata all’aria aperta, ma nasconde in sé il presupposto del raggiungimento di grandi traguardi per i nostri bambini: uscire da una struttura ormai familiare, carica di certezze e sicurezze, per recarsi in un posto nuovo e sconosciuto, serve ad incentivare l'autonomia dei nostri bambini.

NEWS